Autunno 2012. Ogni giorno una nuova piccola croce nell’elenco delle ver-gogne. Che si ammassano in un cimitero nascosto alla periferia dell’u-manità. “Quante volte può un uomo volgere lo sguardo e fingere di non vedere?”, cantava Bob Dylan in tempi meno pavidi e arresi. Notiziario polesano illustrato, da morti viventi, in una crudele luce stroboscopica.  Leggi il seguito dell’articolo »

Ratatuia, dall’occitano, significa rimestare, rimestare nel torbido politico che viene a galla – nell’occasione. Può essere rilassante, in periodo di torrida estate rodigina, mettersi all’ombra in spiaggia dell’Adige, con una granatina al cedro, a vedere passare i tronchi e gli stronzi che galleggiano, sull’acqua e raffigurarli – gli stronzi, con quelli della “cricca” partitocratica polesana che, come i suddetti e proprio perché lo sono, stanno sempre a galla. Rassegna stampa di politici polesani in contumacia.  Leggi il seguito dell’articolo »

S-profondo rodigino in campagna elettorale, primavera 2011, notiziario.
“Sos, aiuto, Rovigo s-profonda” è la richiesta d’intervento che sale dal comune di Rovigo disastrato dalla campagna elettorale. Perché la “ghenga” partitocratica, ha sospeso gli accordi partecipativi di saccheggio e gestione del territorio, per lasciare spazio libero alle dieci bande comunali che, in una lotta all’ultimo voto, santino su santino, testa su testa, andrà a ridefinire la nuova spartizione. Leggi il seguito dell’articolo »

Una crudele estate rodigina

settembre 23, 2010

Rovigo, 23 settembre. ***

Rovigo, 21 giugno – 23 settembre. I primi cinque mesi dell’anno sono stati i più caldi dal 1880, si prospetta un’estate torrida, una stagione di “saldi”, nella quale saranno svenduti gli ultimi diritti costituzionali sopravvissuti alla liquidazione delle ultime stagioni berlusconiane, mentre a livello locale, l’umanità, la giustizia sociale, i diritti umani, sono già stati saldati alle elezioni provinciali dell’anno scorso. La “ghenga”, dopo avere fatto terra bruciata, si auto eleva a classe politica in un miraggio estivo da “fata morgana”. Non resta che rinchiuderla in una “casa degli orrori” al parco dei divertimenti e rifugiarsi, con una granatina, nelle giostre dell’anima, perché, per dirla con Guy Debord, “Il futuro è, se si vuole, nei Luna Park costruiti da grandi poeti”. Notiziario a cubetti. Leggi il seguito »

SPQR,  “Sono Pazzi  Questi Rovigoti”, e colonizzatori  di ogni  residuo di  territorialità umana e di avanzo di coscienza civile. Una lista di fine anno, in fila ordinata, degli “sgherri” della partitocrazia romana da basso impero, colonizzatori del Polesine. Dalla Redazione Biancoenero di Granzettia, piccolo villaggio che continua a resistere all’assedio sempre più forsennato. Mancano i rinforzi e la pozione magica sta per finire.
Leggi il seguito dell’articolo »

Autunno 2009. Ogni giorno una nuova piccola croce nell’elenco delle vergogne. Che si  ammassano in un cimitero nascosto alla periferia dell’umanità. «Quante volte può un uomo volgere lo sguardo e fingere di non vedere?», cantava Bob Dylan in tempi meno pavidi e arresi.  Notiziario polesano – illustrato, da morti viventi in una crudele luce stroboscopica.

Leggi il seguito del notiziario »

rovigo da bere
Secondo C. Darwin solo i migliori si adattano alle mutazioni ambientali. Resistere e vigilare con fantasia è la sfida di una crudele e torrida estate rodigina. Quando la melma ed il pantano partitocratico si induriscono occorre ridurre al minimo i movimenti per sopravvivere. Speriamo che piova. Notiziario da bere, quasi giornaliero: Vedere chiaro senza illusioni (Editoriale) – Alle Provinciali vince la Democrazia cristiana – Maddalena Torrido Park – Gianni Saccardin ed il gioco delle tre carte – Voci (stonate) per la libertà: Un inciucio per Amnesty – Il Comune offre 400 euro agli immigrati, perché emigrino! – Berlin-guer e gli “untorelli”, vuoto di memoria – Nicola Quadrelli da “ridada” – La vergogna di Claudio Luciano – Svecchiare il Pd con Vecchiatti – Eletto prima delle votazioni il Presidente Censer – Gigi Gioli assessore Cultura? – E’ ricomparso Vanni Destro – L’inquietante scritta su Beatrice Stevanin – Il Carlino a “luci rosse” – Carla Bley a Rovigo –  Amici (tossici) di Beppe Grillo di Rovigo – Sconcertando ed i “portatori di alcool” – L’alcool è la droga dei popoli – Renzo Marangon, il “gigantismo del nano” – Arci mazzetta ed il ’68 – Giovanna Pineda assessore di partito? – L’urlo del Parco Curiel – Gianni Magnan contro Magnan Gianni – Casonato Giuliano, superpensionato del Comune o Ulss 18? – Le trombe di Eustacchio dei politici polesani – “Na motta e na busa” al comune di Rovigo – Ai bambini obesi del Polesine – Provincia, due pesi e due misure per contributi ad attività culturali – Patetici pacifisti cattolici per don Albino – “Tra ville e giardini” – Consiglio territoriale per l’immigrazione senza immigrati –  Ridada tossico “Savoir fest” – Carlo Cavriani Abominio del Carlino –  La “caponara” di piazza Vittorio – “La voce” di Forza Nuova – L’asinata di Federico Frigato – I quotidiani di Rovigo contro l’art. 21 – Adria in-fame – Cultura: miraggio al comune di Rovigo – Stipendi con scasso in Amministrazione pubblica – La moschea in regola, gli imbecilli no – Il gazzettino omofobo? – La fuga dell’estate… 
Leggi il seguito dell’articolo »

comune-su-pozzanghera
La partitocrazia polesana si riflette e rispecchia indomita, in toto e senza alcun pudore, in occasione di campagna elettorale. Notiziario (quasi) giornaliero verso le Elezioni Provinciali ed Europee: Ciarpame elettorale (Editoriale) – Zagor alle Provinciali – La Prefettura in tilt – A Occhiobello votano anche i Romeni – Una Virgili da Lega – Il Partito (trasversale) della porchetta – Contiero sputa in faccia – Incitamento all’odio verso immigrati di Ministro della Repubblica – Da parte degli immigrati che non votano – Cappuccetto rosso con le liste civiche – La strage degli innocenti – Rovigo, Provincia dell’Alabama – Il catto-comunismo elettorale – La battutaccia di Casini – La voce, quotidiano Enel – Virgili e Contiero con gli industriali – Gli eroi dell’immigrazione in Polesine – Le vergogne di Claudio Luciano – Il Pd rincorre il razzismo della Lega – “Volante” che dorme… – Deriva socio-culturale italica (Editoriale) – 7ª marcia della pace Villadose-Rovigo – Mafia (Partitocrazia) e immigrazione – Contiero il nuovo che avanza – Magnan torna in politica – A volte ritornano: Nello Chendi e i socialisti – “Tangentopoli”, buco di memoria – Beppe D’Alba lascia l’Italia dei Valori.
Leggi il seguito dell’articolo »

rovigo-oscura
Rovigo, un buco nero che tutto assorbe. Un magma – partitocratico, oscurante strade, coscienze, ideali. Notiziario, piccole fiammelle di visibilità: I delfini di Bisaglia governano il Polesine – L’eroico presidente Csv 
Casini sfrutta i bambini – La crapa di Vergassola al Sociale – Lo squallore de La Voce, è sempre offensivo – Accademia tossica dei Concordi – Sgarbi, Gobbo, Gentilini: coccodè! – Archivio di Stato: spreco di soldi e  memoria – La Liberazione che sfrutta i ragazzini – Agnelli disidratati – Achtung Biancoenero – Un oboista invalidato al Teatro Sociale – Il tombino di Cirino Pomicino – (Don) Gianni Saccardin per la Provincia. Leggi »

cartolina-rovigo-cabine
Granzette, 10 aprile
. Notiziario in luna piena su una città ormai invivibile: – La Voce di Giuseppe Pietroni – ciccio Fabio Baratella al mercato delle vacche elettorali – Il 4 aprile con la Cgil a Roma –  Comune Rovigo: sos-pensione di un sindacalista – Sotto la Banca la partitica campa – Provincia intossica in campagna elettorale –
Il lato B delle cooperative sociali di Rovigo – Federico Saccardin, il Presidente delle nebbie. Leggi il seguito »

maschere-orizzontali
22 febbraio. Ultima domenica di un Carnevale, quest’anno tragico per il Paese. Notiziario: – Emergenza Italia: pacchetto sicurezza razzista – Ti-ziana Virgili for president, la partitocrazia al potereIl re (Berlusconi) è nudo – Gnocche italiane in pelliccia e brasiliane in mutande –
Pista cicla-bile chiusa causa fiera – Contrasto alla povertà di cooperativa Porto Ale-gre – Memoria partitocratica-clientelare di Shoah. > Continua

 


Regali-e d’estate. Con l’inflazione ai più alti livelli negli ultimi quindici anni e 126 incendi boschivi nel solo giorno di Ferragosto, la “banalità del male” Istituzionale, confeziona pacchetti di sicurezza in versione regalo. La “sicurezza” s’è desta ed i divieti, divieto di accettare l’al-tro – il diverso e povero, si espandono in tutta Italia. Intensificando il razzismo verso i Rom, cartina di tornasole per una società civile.   Leggi il seguito di questo post »

Notiziario radio  ai primi d’agosto,  con 14 milioni di Italiani in viaggio  in automobile per le ferie, sintonizzati per le condizioni meteorologiche: “l’inflazione ai valori più alti dagli ultimi quindici anni;  petrolio e benzina mai così costosi; esauriti in poche ore i telefonini di ultimo modello – a 500 euro; approvato il “dolo” Alfano (non “lodo” che vuol dire patteggia-menti fra le parti) che garantisce impunità giudiziaria a Berlusconi ed alle altre tre cariche più importanti dello Stato (Repubblica cum dolo); aggravante giudiziaria per immigrati clandestini; schedature ed impronte digitali ai Rom (internati) nei “campi nomadi”; decreti e disegni di legge “ammazza precari”, “ammazza giornali”, carcere  per i giornalisti  che osano  pubblicare intercettazioni; Leggi il seguito dell’articolo »

Leggi il seguito dell’articolo »