Il 20 di giugno, nella giornata mondiale del Rifugiato, l’Assostampa Polesana organizza un corso di aggiornamento professionale sulla “Carta di Roma”, che si configura come discriminazione politica e colonialismo culturale. Roba da 6 crediti deontologia?  Segue »

Maurizio Romanato, “fiduciario” dell’Assostampa polesana (emanazione del Sindacato Giornalisti del Veneto) segnalato all’ordine dei Giornalisti e referenti nazionali, per discriminazione politica in corso di aggiornamento. Un fiduciario da Minculpop* del moderno “regime” partitocratico?  Segue »

Ai corsi di aggiornamento professionale, previsti per legge, capita che Marco Randolo e Alberto Garbellini, giornalucoli de La Voce di Rovigo, registrino la presenza in entrata, vadano a farsi la giterella e tornino giusto per vidimare l’uscita e ottenere l’accredito professionale (?).  Leggi »

Denunciati alla Procura della Repubblica ed all’Ordine dei Giornalisti, Roberto Papetti direttore de Il gazzettino, Luca Gigli e Claudio Bertoncin responsabili della cronaca di Rovigo, Azzurra Caltagirone Presidente-editore de Il gazzettino S.P.A., per violazione della «rettifica a norma di legge» e della «fiducia tra la stampa e i lettori» all’art.1 del T.U. dei Doveri del giornalista , con l’aggravante (da galera) della discriminazione politica a mezzo stampa.  Leggi il seguito della denuncia »

I capi-cronisti di tutti e tre i quotidiani di Rovigo, Carlo Cavriani – Il Resto del Carlino, Roberto Rizzo – La voce, Luca Gigli-Claudio Bertoncin – Il Gazzettino, con l’aggiunta di Lorenzo Zoli – RovigoOggi.it, quotidiano online, sono segnalati alla Procura della Repubblica per discriminazione politica a mezzo stampa in una vera e propria associazione sovversiva contro la Costituzione e l’Ordine professionale.   Leggi il seguito »

Segnalazione alla Procura di Rovigo e all’Ordine dei Giornalisti per Carlo Cavriani, capo-cronista del Resto del Carlino di Rovigo, diretto da Andrea Cangini, che riesce a violare anche la “Carta di Treviso”, a tutela dei minori, pubblicando la foto riconoscibile di un bambino in braccio alla mamma.  Leggi il seguito »

RovigoOggi.it sembra diventato l’organo di Forza Nuova e la sua Direttrice viene segnalata, assieme a Forza Nuova, per incitamento alla violenza ed all’odio razziale e per violazione della “Carta di Roma” [Protocollo deontologico a tutela gli immigrati nell’informazione – Ndr].  Leggi il seguito »

Egregio direttore di serie (rating) AAA, se vollesse dare un po’ di spazio anche ai colleghi piperlini di serie BBB. [Solo per giornalisti de Il fatto Quotidiano].   Leggi il seguito »

Consiglio di disciplina Ordine Giornalisti del Veneto o Tribunale speciale a difesa della “casta” e contro ogni moralizzazione della categoria? Della serie: corso di formazione professionale, 4 crediti telematici deontologia.  Leggi il seguito »

I capi-cronisti di tutti e tre i quotidiani di Rovigo (Il Resto del Carlino, La Voce, Il Gazzettino), Carlo Cavriani, Roberto Rizzo, Luca Gigli-Claudio Bertoncin, sono segnalati alla Procura della Repubblica per discriminazione politica a mezzo stampa in possibile consociazione di stampo mafioso.   Leggi il seguito »

Denunciati i giornalisti della redazione de Il gazzettino di Rovigo, Gabriele Coltro (capocronista), Claudio Bertoncin (vice capo-cronista), Luca Gigli, Ivan Malfatto, Franco Pavan, Paolo Ponzetti, Nicoletta Canazza, Marina Lucchin, per discriminazione politica a mezzo stampa, violazione della “Carta di Roma” e discriminazione razziale, violazione art.21 diritto-dovere di informazione, violazione norme fondamentali della professione (comunanza tra colleghi e rispetto dei lettori), violazione diritto di rettifica. Roba da espulsione dall’Ordine col passaggio all’edilizia.  Leggi il seguito »

Irene Lissandrin direttrice di RovigoOggi.it denunciata per furto di notizie e fotografie, Lorenzo Zoli articolista di Rovigooggi.it, denunciato per furto di notizie e di fotografie.  Leggi il seguito »

“La voce di Rovigo”, che rispetto ai profughi-immigrati sembra l’emanazione della corrente de Ku Klux Klan della Lega Nord, è il quotidiano locale che più si caratterizza per incapacità professionale e violazione di ogni norma deontologica (che vada dal diritto di rettifica, al diritto di immagine, alla Carta di Roma), ed è finanziata coi soldi dei contribuenti: ben 568 mila euro solo nel 2014 Leggi il seguito »

I Direttori delle maggiori “testate” giornalistiche e l’Ordine dei Giornalisti del Veneto denunciati in Procura per violazione dell’art.21 della Costituzione che prevede diritto-dovere di in-formazione.  L’Ordine dei Giornalisti va abolito per incostituzionalità. Leggi il seguito »

Il Carlino di Rovigo capo-cronato da Carlo Cavriani sembra affetto da una vera e propria “ossessione zingara”: miraggi allucinatori di “zingari” (che è oggi un termine spregiativo a definire l’etnia Rom/Sinta) fautori di reati criminali senza alcuna descrizione probatoria o verifica di notizia: se una donna sconosciuta compie un reato, allora è una “zingarella”, una “donna di etnia rom”. Leggi il seguito »

Pier Francesco Bellini direttore de La Voce di Rovigo segnalato alla Procura di Rovigo ed all’Ordine Giornalisti per discriminazione verso minoranza etnica (violazione Carta di Roma) e discriminazione verso minorenni (violazione Carta di Treviso). Leggi il seguito »

Roberto Papetti direttore del Gazzettino segnalato-esposto alla Procura per favoreggiamento della prostituzione, Andrea Cangini direttore del Resto del Carlino segnalato-esposto alla Procura per favoreggiamento della prostituzione, Carlo Cavriani capo-cronista Carlino Rovigo segnalato-esposto alla Procura per favoreggiamento della prostituzione. I fatti sono pertinenti alla pubblicazione di inserti pubblicitari a “luci rosse”*, che promuovono e favoriscono cioè la prostituzione a pagamento attraverso i citati quotidiani.  Leggi il seguito »

Anche se non c’entra niente. Lorenzo Zoli articolista, Gabriele Coltro capo-cronista “Il gazzettino di Rovigo” e Roberto Papetti direttore, sono  segnalati-esposti alla Procura della Repubblica di Rovigo, all’Ordine Veneto dei Giornalisti ed all’UNAR (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) per violazione della “Carta di Roma” ed incitamento alla discriminazione verso i Rom/Sinti. Leggi il seguito della segnalazione alla Procura »

Rovigo, 23 settembre, sala G.Guardia – ore 9,30-13,30. Giornalisti come Maria Fiorenza Coppari e archibugio Orazio Carrubba, demandati dall’ordine dei Giornalisti del Veneto di Gianluca Amadori a tenere un corso sulla deontologia professionale (ohibò!) dimostrano, ancora una volta, e se ce ne fosse stato di bisogno, che l’Ordine dei Giornalisti del Veneto è una “casta”, una categoria di privilegiati che usa anche di “graduati” come Coppari-Carrubba per difendere i propri ed impedire il diritto di opinione – proprio ad un corso sulla deontologia professionale.  Leggi il seguito »

“La Voce” di Rovigo, nelle vesti del direttore Pier Francesco Bellini, del coordinatore editoriale Roberto Rizzo, dell’articolista Alberto Garbellini, del fotografo Carlo Chiarion, denunciata alla Procura di Rovigo per istigazione all’odio etnico, per violazione de la “Carta di Roma” e per uso lesivo di ritratto senza autorizzazione della persona. Leggi il seguito »

Rovigo, 22 giugno. “Informazione e libertà di stampa. No al ddl Alfano. No al silenzio di Stato” è il titolo dell’assemblea pubblica promossa dalle Associazioni dei giornalisti del Veneto alle ore 21 presso la sala Gran Guardia, in piazza Vittorio Emanuele. Leggi il seguito dell’articolo »

Nella giornata mondiale della libertà di stampa, occorre ricordare che l’Italia è paese “parzialmente libero”,  e per il secondo anno consecutivo, nella classifica mondiale della “libertà di stampa (al 72° posto – al pari del Benin). A Rovigo questa retrocessione si deve in primis ai tre capo-cronisti dei quotidiani locali, Donato Sinigaglia – Carlo Cavriani – Andrea Panozzo, seguiti a latere da pennivendoli come Franco Pavan – Nicola Chiarini – Daniela Muraca… Con resoconto della manifestazione per la “libertà di stampa”, del 7 maggio, con Santo Della Volpe. Leggi il seguito »

Rovigo,  31 gennaio.  All’Ordine dei Giornalisti: “… affinché Donato Siniga-glia, Carlo Cavriani ed Andrea Panozzo vengano espulsi dall’Ordine dei Giornalisti con disonore e venga loro stracciata la tessera, come Coloro hanno stracciato nel cestino la loro etica professionale”.
Leggi il seguito dell’articolo »

Rovigo, 13 ott. Piccola  rassegna stampa dei tre quotidiani, per uno, rodi-gini. La quotidiana banalità delle notizie nei quotidiani di Rovigo a matrice unica, “Il Resto de la Voce de Il gazzettino”, richiama alla mente – chissà perché – i “Minima Moralia: meditazioni della vita offesa”, un saggio di Theodor W. Adorno, della scuola di Francoforte.  Leggi il seguito »

il resto della voce del gazzettino
A Rovigo city, provincia del Tonga, per quanto riguarda il dovere di informare, si tiene una conferenza-dibattito in adesione alla manifestazione nazionale per la libertà di stampa, del 3 ottobre a Roma. Libertà che va coniugata col diritto-dovere di in-formazione. Che, a Rovigo, dagli arresti domiciliari è passato al confino. Con un dossier decennale sull’informazione negata dai quotidiani locali.
Leggi il seguito dell’articolo »

Leggi il seguito dell’articolo »

In finis di Donato Sinigaglia – Carlo Cavriani – Andrea Panozzo, capi-cronisti dei quotidiani di Rovigo, “killer dell’informazione”, periti miseramente nell’esercizio della violazione reiterata e decennale dell’articolo 21, diritto e libertà di informazione. Leggi il seguito »

un-giornale-del-pene-particolare… per dirla in modo forbito.  “Giornale del cazzo”, vedi in  fotografia, è invece, l’espressione più corrente con cui viene definita La Voce, diretta da Andrea Panozzo che, da questo retroterra culturale, si erge addirittura a difensore della moralità pubblica giornalistica.
Leggi il seguito dell’articolo »