Mirko Tranfaglio giustizialista di destra?!

agosto 10, 2017

Lettera aperta a Mirko Tranfaglio, de Il fatto-giustizialista quotidiano, sulle navi delle ONG che non firmano il protocollo con lo Stato di diritto-e-di- rovescio italiano. [Solo per lettori de Il fatto Quotidiano].

IL CONTESTO
La nota si riferisce all’acceso dibattito sulle Navi delle organizzazioni non umanitarie (Ong) che non firmano il protocollo d’intesa con lo “Stato di diritto” italiano, come Medici Senza Frontiere, perché loro si preoccupano solo di soccorrere i bisognosi. Marco Travaglio con “Il fatto quotidiano” è da una settimana che si è schierato contro le ONG che non firmano con lo “Stato di diritto” italiano. Arrivando, il Marco, a pubblicare addirittura posizione a difesa di MSF, in data odierna di giovedì 10 agosto, per liquidarle con battutine saccenti in epilogo.
Rattangelo: fatto a mano. Studio di fisiognomica comportamentale Hitler-Travaglio: quando lo sguardo volge “a sinistra”!

EGREGIO DIRETTORE
Mirko Tranfaglio giustizialista di destra?
“Si-no-non lo so, gli faccio rispondere da Furio Colombo,
ma Padellaro che sta facendo?”
Perché una ONG umanitaria di volontariato dovrebbe a proprie spese supportare le inefficienze di uno “Stato di diritto” italiano che lascia affondare in mare, per inefficienza e mancanza di soldi – che per gli F35 sì) migliaia e migliaia di persone in mare? Uno “Stato di diritto” che a Bologna criminalizza giovani del volontariato sociale che con spirito umanitario ri-qualificano edifici abbandonati per fare servizio sociale al quartiere?
Uno “Stato di diritto” che in Val di Susa criminalizza la popolazione e arresta giovani che in nome degli ideali vogliono liberarsi dalle catene dei potentati economici?
Perché una associazione umanitaria dovrebbe lavorare a gratis e fornire supporto ad uno Stato responsabile dei massacri umanitari di Genova 2001, ad uno Stato che ha istituito il reato anticostituzionale di “immigrazione clandestina” (bocciato anche dalla Corte di giustizia dell’UE) secondo il quale le associazioni di volontariato e le persone confacenti diventavano “delinquenti” a soccorrere un immigrato irregolare?
Titoli di giornale 1-2-3: 1 Processato per avere dato un panino ad un immigrato senza verificare con la polizia giudiziaria armata se avesse avuto il permesso di soggiorno! 2 Condannato per favoreggiamento di immigrazione clandestina per avere assunto come “badante” una rom irregolare acciocché potesse mettersi in regola (violando le leggi dello “Stato di diritto”) e senza mandare un agente armato di Polizia (collega di quelli di Genova) a verificare il permesso di soggiorno della clandestina! 3 Condannati capitano e dipendenti di peschereccio per avere salvato dall’annegamento dei migranti senza prima avere mandato la nave costiera armata a verificare se avevano il permesso di soggiorno!
Uno Stato di diritto che continua a violare l’art. 11 della Costituzione che l’Italia ripudia la guerra e l’art. 21 che sancisce il diritto-dovere di informazione? E che fine ha fatto l’art. 32 del diritto alla salute?
Che poi su questa questione anche i Medici (quelli normali non Senza Frontiere) hanno giurato ad Ippocrate di curare tutti i malati senza poliziotto armato di fiano ed in più, vorrei sentire l’opinione di un umanitario qualificato come Gino Strada e, in attesa di verificare meglio la questione, mi fido di più di Medici Senza Frontiere che non del ministro s-qualificato Minniti.

Sì caro Mirko, anche con il tuo odio verso i Lotta continua che erano di sinistra sei (un giustizialista) di destra come Di Pietro che al Governo, infatti, non volle la commissione sui fatti (“massacri alla cilena”) di Genova, per esempio. Uno che misura la vita a spanne, non con gli ideali di umanità-fratellanza-uguaglianza, che sono di sinistra, ma con il buon senso comune tipico del “buon padre di famiglia” che secondo Hannah Arendt è il vero criminale del 20° secolo.
Perché un giustizialista è di destra a difendere la giustizia che spesso è al servizio dei potenti: mi son sempre chiesto se il giudice Caselli, acerrimo nemico dei NO-Tav e vostro indomabile collaboratore e mentore, vissuto nell’epoca del “regime” avrebbe sconfessato-obiettato con la galera o invece avrebbe severamente applicato, com’è il suo stile di vita, le leggi razziali del 1938?
Di sinistra è il “soccorso rosso”, quello di Franca Rame, gli oppressi-ultimi che si mettono insieme per rompere le catene della schiavitù impresse dai potentati economici e riacquistare la libertà, anche violando e obiettando le leggi ingiuste e inique ché le donne fino al 1945 non votavano, per esempio: e appena hanno avuto accesso al voto ne sono state escluse le prostitute perché schiave del sesso.
Sei di destra come il tuo mito Montanelli che per una rettifica a norma di legge (prevista in 48 ore) ci ha messo 48 anni 
a riconoscere a Del Boca che lo “Stato di diritto” italiano in Etiopia usava da criminale il gas velenoso all’iprite (il gas di Mussolini). Dall’Etiopia da dove arrivano profughi, e muoiono anche in mare perché una ONG o un peschereccio senza poliziotti a bordo non li può soccorrere: anche nipoti di Indro e di tanti italiani colonizzatori e padroni.
Mentre di sinistra è il mio mito Luigi Pintor direttore de Il manifesto” (che ci somiglia con quello del Partito Comunista) che in epoca della “strage di Milano” quando lo “Stato di diritto” perseguitava ohibò gli anarchici per le bombe, aveva messo in lista elettorale Pietro Valpreda, uno degli ultimi e degli oppressi, per salvarlo dalla galera.
Sì caro Mirko, la sinistra è quella degli ideali degli schiavi, delle minoranze, degli oppressi, che si mettono assieme per rompere le catene e riacquistare la libertà (ed ha anche una connotazione di ribellione, di cambiamento dello “Stato” di cose presenti), la destra è quella della giustizia, delle leggi dello “Stato di diritto” (ed ha anche una connotazione di legittimazione dello “Stato” presente) che tutelano i portatori di diritto, i perbenisti, i padroni, i possidenti, i subappaltati dei potentati economici che governano il Pianeta anche saccheggiando gli stati del Sud del mondo costringendo gli schiavi a fuggire per cercare la libertà in Europa.

Granzette 10 agosto 2017,
R. C. direttore Biancoenero,
periodico polesano di immigrati e minoranze – 1993
 

Testatailfattoquotidiano

NOTA BENE
Caro Mirko, non è che con la tua cosiddetta spocchia pubblichi questa lettera buttata giù di pancia con una battutina sagace per il tuo pubblico giustizialista? Se vuoi fare un servizio di stampa, accetta il diritto di critica e pubblica senza commenti, i lettori sanno leggere senza che tu con le tue battutine li indirizzi o distolga! Impara a fare un po’ di contradditorio, caso mai fatti fare una vignetta  commento dal satrapo Natangelo, che non ha un cazzo da fare, ed una a mia difesa dal paleo-comunista Vauro anche se attaccava Dario Fo che si era venduto a Grillo e invece lui era venduto a te.

                                   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: